26/01/2018, 08:00 | Di Pietro Piga | Categoria: Approfondimenti

Farias-Giannetti, il paradosso

Contro il Crotone, da quasi ex ad arcieri dell’attacco del Cagliari

Hanno ammucchiato i bagagli sul marciapiede, pronti a infilare l’uscio. Però, fino a domenica sera, non si muoveranno. Perché a Crotone, nell’ultima partita di gennaio, proprio il mese in cui hanno forzato la mano per lasciarsi alle spalle la Sardegna Arena e accettare i corteggiamenti giunti in Via Mameli, Diego Farias e Niccolò Giannetti impugneranno l’attacco del Cagliari. Quello che chiedono e pretendono, ormai, da qualche tempo.

I motivi – Ieri, Diego López s’è ritrovato in allenamento, per la prima volta, con Damir Ceter. Divenuto il quinto elemento del reparto offensivo, allo Scida, tuttavia, sarà assente perché farà ritorno in Colombia per ottenere il visto lavorativo. Da un problema «burocratico» a quelli di «giustizia» (squalifica) e fisici (trauma contusivo alla coscia destra) che bloccano Leonardo Pavoletti e Marco Sau. Così, ecco il palcoscenico a disposizione di Farias e Giannetti.

Una stagione uggiosa – Sia per il «17», sia per il «9» che, nella prima parte di stagione e l’inizio della seconda, hanno messo a referto più cartellini gialli (due a testa) rispetto alle reti. Solo Il Mago, in 19 gare (8 da titolare e 11 da subentrato) e 1144’, ha segnato contro la Sampdoria. Mentre l’altro, tinto di rossoblù dal luglio del 2015, è il terzo giocatore di movimento con meno minuti giocati: sono 176’ in 6 incontri, dei quali uno dall’inizio e cinque in corsa.

La coppia inedita – Nelle tre annate in comune al Cagliari, dal 2015/16 al 2017/18, sono scesi in campo insieme per trentuno volte, delle quali cinque in questa. Però, solo spiccioli: appena 2’ contro l’Inter e la Juventus e 3’ col Torino; un po’ di più di fronte al Sassuolo (38’) e al Pordenone (44’), in coppa Italia. Mai, invece, dal fischio d’avvio. Inoltre, è magro il bottino delle reti: tre, due di Farias e una di Giannetti.

Un Crotone speciale – Nella prima giornata della serie B 2015/16, fecero una «doppietta» agli Squali: nel 4-0, il brasiliano smosse la serratura e l’italiano la fracassò. Prima ancora, il ragazzo di Sorocaba segnò col Padova (si ripeté, un anno fa, nella sfida di ritorno) e quello di Siena altri due con lo Spezia. Tra quattro giorni, a Crotone, nel primo scontro-salvezza del girone di ritorno, Farias e Giannetti, con le valigie preparate, guideranno la prima linea del Cagliari. Un paradosso.

Pietro Piga

Leggi anche

Articoli consigliati:

Ti potrebbe interessare anche

Articoli correlati:

"Si impenna in rovesciata Riva ed è rete!"

Verticali

annunci
stilefashion
viverecongusto
terraecuore
portaleletterario
cronacastorica
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK