17/11/2017, 08:00 | Di Marco Castoni | Categoria: Approfondimenti

Cagliari, nuova vita in attacco

Il cambio di modulo effettuato da Lopez può dar vita a molteplici soluzioni in seno al reparto offensivo

2017
2017

Le indicazioni tattiche e il relativo rendimento di determinati interpreti, emerse nel corso delle quattro partite con Lopez alla guida del Cagliari, favoriscono l’utilizzo di un modulo ben preciso. In particolare, il 3-5-2, sembra essere l’assetto in grado di dare un maggiore equilibrio alla formazione rossoblù, valorizzando al meglio le qualità dei singoli giocatori.

Tale schieramento prevede la rinuncia all’uso del trequartista, il ruolo rivestito nel recente passato da un Joao Pedro involuto e sofferente nei confronti di tale collocazione. Una scelta che se da un lato sottrae una maglia da titolare alla competizione in seno al settore avanzato, dall’altro può avere il merito di dare nuova linfa ad un reparto intero e chiarire una volta per tutte l’eterno dilemma attorno all’impiego del numero 10 brasiliano.

Un attacco, quello rossoblù, che se formato da due punte, vedrebbe quattro giocatori partire alla pari nelle gerarchie del tecnico uruguayano, ipotizzando apporti e soluzioni differenti.

Alla luce dell’attuale manifesta inadeguatezza di Giannetti e dell’attesa del ritorno di Melchiorri infatti, Sau, Pavoletti, Farias e Joao Pedro, si contenderebbero le due maglie a disposizione. Un quartetto che non prevede alcuna preclusione di abbinamento, poiché tutti gli attaccanti presi in considerazione possono ben integrarsi a vicenda.

In occasione di sfide dove diventa fondamentale l’utilizzo dell’arma del contropiede, due tra Pedro, Sau e Farias, assicurano la giusta tecnica e la velocità necessaria a mettere in difficoltà le retroguardia avversarie. Mentre un ariete come Pavoletti affiancato da una seconda punta, risulta fondamentale al cospetto di squadre che tendono ad arroccarsi perseguendo un atteggiamento eccessivamente difensivo.

Esempi semplici, che tuttavia avvalorano la direzione intrapresa con il cambio di modulo, nell’attesa che le prossime gare diano risposte attendibili in tal senso. Riscontri che dovranno non farsi attendere anche e soprattutto dal un reparto come quello avanzato, che dovrà dimostrarsi in grado di trascinare compagni e tifosi verso una zona al riparo da spiacevoli sorprese.

 

Marco Castoni

Leggi anche

Articoli consigliati:

Ti potrebbe interessare anche

Articoli correlati:

"Si impenna in rovesciata Riva ed è rete!"

Verticali

annunci
stilefashion
viverecongusto
terraecuore
portaleletterario
cronacastorica
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK