01/06/2017, 08:30 | Di Marco Castoni | Categoria: Approfondimenti

Carpe diem

Analizziamo la stagione del portiere carioca

L’ultimo scorcio di carriera trascorso tra le fila del Verona, profetizzava per un Rafael non più giovanissimo, un  ruolo marginale e all’insegna del ridimensionamento.

La chiamata del Cagliari e la possibilità di far parte di un nuovo progetto, sono state accolte dal portiere brasiliano con grande entusiasmo, pronto a sostituire capitan Storari ogni qualvolta fosse stato necessario.

Qualche sporadica apparizione nell’annata della B, ha restituito un Rafael concentrato e per nulla rassegnato ad un ruolo di semplice riserva. Le dinamiche verificatesi successivamente attorno alla figura di Storari, hanno aperto le porte ad una promozione forse inaspettata, a cui il portiere verde oro ha risposto prontamente.

L’arrivo di Gabriel tuttavia ne avrebbe potuto minare la fiducia e instillare un pizzico di nervosismo, ma le prestazioni del connazionale, hanno riaffermato con forza la necessità di un pronto ritorno tra i pali dell’ex portiere scaligero.

Rafael ha dimostrato di poter rivestire con credibilità il ruolo di portiere titolare, sfoderando prestazioni che hanno contribuito a mascherare sensibilmente delle carenze difensive, che nel corso dell’intera stagione, sono state importanti.

Nella stagione che verrà, la concorrenza potrebbe farsi nuovamente serrata con il ritorno di Cragno, ma Rafael ha ampiamente dimostrato di non soffrire tale aspetto grazie ad una professionalità e un carisma a cui difficilmente è possibile rinunciare all'interno della rosa rossoblù.

Voto alla stagione: 7

Marco Castoni

Leggi anche

Articoli consigliati:

Ti potrebbe interessare anche

Articoli correlati:

"Si impenna in rovesciata Riva ed è rete!"

Verticali

annunci
stilefashion
viverecongusto
terraecuore
portaleletterario
cronacastorica
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK