28/02/2017, 08:40 | Di Marco Castoni | Categoria: Approfondimenti

…Poi è ritornato sui suoi passi

La sostituzione durante il match di un Padoin sacrificato nel ruolo di terzino, ha donato diversi benefici all’intera squadra

2015
2015

Il Cagliari ritorna dalla trasferta di Crotone con in dote il bottino massimo a seguito di una prestazione foriera di nuovi e amletici interrogativi.

L’ennesimo undici iniziale differente, ha riproposto una difesa che ha visto la presenza di Pisacane come centrale al fianco di Bruno Alves e l’impiego di Padoin sulla fascia destra.

Una soluzione a cui Rastelli aveva fatto ricorso anche nella trasferta di Genova sponda blucerchiata, che da un lato ha consentito all’ex difensore dell’Avellino di fornire prestazioni di un livello superiore, mentre dall’altro ha consegnato un Padoin in netta difficoltà durante le incursioni avversarie.

L’inserimento di Borriello e il conseguente arretramento di Isla in sostituzione di Padoin in difesa, ha concesso all’intera squadra rossoblù di trarre benefici immediati al cospetto di un avversario non certo irresistibile ed alle prese con una delle ultime occasioni del proprio campionato.

Un Crotone consapevole dell’importanza della sfida contro la squadra allenata da Rastelli, è riuscito abbastanza agevolmente a trovare il vantaggio grazie ad una grande discesa di Stoian, che ha saputo sfruttare lo spazio lasciato libero nel settore di competenza di Padoin. L’ex centrocampista della Juve, quale professionista esemplare, è sempre pronto al sacrificio e alla possibilità di essere impiegato in un ruolo non suo, tuttavia il ruolo di difensore non sembra appartenergli nel lungo periodo.

Il perdurare dell’impiego di Pisacane come difensore centrale e il ricorso ad Isla in una posizione avanzata, evidenzia come nella rosa rossoblù manchi un interprete ulteriore nella posizione di terzino destro. Tale condizione induce alla riflessione su quanto sia opportuno continuare ad impiegare Padoin oppure vada ipotizzato il ritorno immediato sull’out destro di uno tra Isla e Pisacane, un duo che dona la netta impressione per caratteristiche intrinseche di potersi cimentare con maggiore facilità nel ruolo specifico.

In virtù di una salvezza oramai raggiunta, le restanti partite offriranno alla truppa rossoblù la possibilità di provare a centrare l’obiettivo dichiarato del decimo posto; non solo, saranno utili per continuare a trovare delle soluzioni credibili che possano fornire certezze stabili, lasciando meno spazio ad una sperimentazione che vive di successi alterni.

Marco Castoni

Leggi anche

Articoli consigliati:

Ti potrebbe interessare anche

Articoli correlati:

"Si impenna in rovesciata Riva ed è rete!"

Verticali

annunci
stilefashion
viverecongusto
terraecuore
portaleletterario
cronacastorica
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK